Tieni la tua vita sotto controllo

Il Laboratorio di analisi cliniche "Francesco Cavaliere & C. srl" offre un servizio di monitoraggio dello stato di salute e benessere della persona, attraverso l’esecuzione di esami chimico-clinici, immunoenzimatici, tossicologici e batteriologici.

Intolleranze o allergie alimentari

all_int_alimentariL’allergia alimentare è una reazione immunitaria all’ingestione di uno specifico alimento (o di alcune sostanze in esso contenute). Tale reazione si manifesta al primo contatto con l’alimento attraverso la formazione di anticorpi specifici chiamati IgE. Questi anticorpi hanno il compito di difendere l’organismo da ciò che l’organismo stesso riconosce come estraneo a sé. La reazione è la medesima che permette al nostro organismo di difenderci da batteri e virus. In occasione di una eventuale e successiva esposizione allo specifico cibo, a seguito della reazione tra l’alimento definito “allergene” e l’anticorpo, si libera una sostanza, l’istamina, che è la principale responsabile dei sintomi caratteristici di tutte le reazioni allergiche. Le allergie alimentari si manifestano immediatamente dopo l’ingestione dell’alimento incriminato, a volte anche in modo acuto e violento.
I sintomi variano quanto a rapidità e ad intensità a seconda della qualità e la quantità del cibo ingerito. Quando il cibo “incriminato” viene portato alla bocca e deglutito, può provocare immediatamente prurito e gonfiore alle labbra, al palato e alla gola; una volta nello stomaco e nell’intestino, può provocare nausea, vomito, crampi, gonfiori addominali, flatulenza, diarrea.
Al di fuori dell’apparato gastrointestinale, sono frequenti le reazioni cutanee come orticaria, angioedema o eczemi, sintomi a carico dell’apparato respiratorio (asma e rinite), oppure cefalea ed emicrania.
Nei casi più gravi, fortunatamente rari, si possono avere difficoltà respiratorie, brusche cadute di pressione arteriosa, perdita di coscienza e in alcuni casi morte. In questi casi si parla di shock anafilattico, che compare entro un’ora dall’ingestione dell’allergene e che richiede sempre un ricovero ospedaliero urgente.
L’intolleranza alimentare è una reazione lenta, subdola e progressiva dell’intestino che non tollera l’ingestione massiccia di alcuni alimenti. I fenomeni di intolleranza alimentare o ipersensibilità sono dovuti ad una specie di fenomeno di accumulo, come si trattasse di un avvelenamento progressivo, e sono quindi differenti dalle allergie alimentari in cui la risposta patologica si evidenzia nel giro di minuti dall’ingestione del cibo responsabile.
A volte l’intolleranza alimentare si manifesta con l’insorgere di sintomi sovrapponibili a quelli delle allergie alimentari, altre, gli effetti di un’intolleranza sull’organismo sono effetti di tipo subclinico, cioè non immediatamente evidenti, ma che giorno dopo giorno provocano la crescita di fatti infiammatori che determinano malattie sicuramente impegnative. Infatti, quasi tutte le malattie infiammatorie e catarrali ripetute (faringiti, tonsilliti, bronchiti, malattie invernali, otiti e via di seguito) possono essere causate dall’esistenza di un’intolleranza alimentare.
Sia chiaro, non è il cibo che è, per esempio, responsabile della faringite, ma il cibo determina un’infiammazione costante che fa si che la faringe venga infettata con estrema facilità da qualsiasi virus o batterio presente.
Altre forme di patologia correlabili alle ipersensibilità alimentari sono le forme infiammatorie come la cefalea e l’emicrania (spesso alla base c’è un’ipersensibilità al latte e ai suoi derivati), l’eczema e le dermatiti croniche e le orticarie.

Intolleranza al lattosio

L’intolleranza al lattosio colpisce persone di tutte le età e si manifesta con una sequela di disturbi gastrointestinali caratterizzati da meteorismo, diarrea, gonfiore e crampi addominali ed è dovuta alla carenza di lattasi, un enzima normalmente presente nel piccolo intestino.
Presso il nostro laboratorio è possibile eseguire l’ H2 Breath Test, un test semplice e non invasivo per la diagnosi di intolleranza al lattosio.
Il personale dell’Accettazione è disponibile a dare tutte le informazioni richieste.

Celiachia

2) La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente in molti cereali. Le manifestazioni cliniche della celiachia sono estremamente variabili, tanto da poterne distinguere diverse forme a seconda delle modalità di presentazione, delle alterazioni istologiche della mucosa intestinale e dei valori sierologici di anticorpi.
Clicca il pulsante sotto e informati!

scarica